BACK

L'Attimo Fuggente


TESTO Tom Schulman
TRADUZIONE Marco Iacomelli

REGIA Marco Iacomelli
REGIA ASSOCIATA Costanza Filaroni

SCENE E COSTUMI Carla Ricotti
DISEGNO LUCI Valerio Tiberi ed Emanuele Agliati
DISEGNO FONICO Donato Pepe
VIDEO Massimiliano Perticari
MUSICA Marco Iacomelli, eseguita dai Venere

PRODUTTORE ESECUTIVO Davide Ienco
PRODUZIONE STM, in collaborazione con ErreTiTeatro30
con il sostegno di Fondazione CRT

CAST
JOHN KEATING Ettore Bassi
PAUL NOLAN Mimmo Chianese
SIG. PERRY Marco Massari
NEIL PERRY Matteo Vignati
TODD ANDERSON Alessio Ruzzante
CHARLES DALTON Matteo Napoletano
KNOX OVERSTREET Matteo Sangalli
RICHARD CAMERON Leonardo Larini
STEVEN MEEKS Edoardo Tagliaferri
CHRIS Sara Giacci

www.lattimofuggente.net


NOTE


L’ATTIMO FUGGENTE è una storia d’Amore. Amore per la poesia, per il libero pensiero, per la vita. Quell’Amore che ci fa aiutare il prossimo a eccellere, non secondo i dettami sociali strutturati e imposti ma seguendo le proprie passioni, pulsioni, slanci magnifici e talvolta irrazionali. Seguendo quegli “Yawp” che spingono un uomo a lottare per conquistare la donna amata, a compiere imprese per raggiungere i tetti del mondo, a combattere per la giustizia con la non violenza. Tom Schulman ha scritto una straordinaria storia di legami, di relazioni e di incontri che cambiano gli uomini nel profondo. L’ATTIMO FUGGENTE rappresenta ancora oggi, a trent’anni dal debutto cinematografico, una pietra miliare nell’esperienza di migliaia di persone in tutto il mondo. Portare sulla scena la storia dei giovani studenti della Welton Academy e del loro incontro col il professor Keating significa dare nuova vita a questi legami, rinnovando quella esperienza in chi ha forte la memoria della pellicola cinematografica e facendola scoprire a quelle nuove generazioni che, forse, non hanno ancora visto questa storia raccontata sul grande schermo e ancora non sanno “che il potente spettacolo continua, e che tu puoi contribuire con un verso”.
MARCO IACOMELLI


BOZZETTI • FOTOGRAFIE • VIDEO


Foto di Giovanna Marino




























RASSEGNA STAMPA


Teatro.it
di ROBERTO MAZZONE
L’attenta e consapevole scelta del cast è un ulteriore merito da riconoscere al regista Marco Iacomelli, che ha reso questa pièce un’esperienza da vivere con estremo interesse e curiosità.

Corriere dello spettacolo
di PAOLO LEONE
L’attimo fuggente (Dead Poets Society) è la scommessa non facile del regista Marco Iacomelli. Lo spettacolo, così come il film, è una bellissima storia sulla valenza della poesia, del libero pensiero, sul coraggio di osare, di cambiare prospettive rispetto a quelle imposte da un sistema, sociale – ambientale – familiare – istituzionale, che fin dalla nascita ci ghermisce soffocandoci inconsapevolmente. (…) Il regista Iacomelli ha il talento e le idee per trasformare L’attimo fuggente in un toccante, elegante, incisivo spettacolo teatrale, scegliendo e istruendo il gruppo di sei ragazzi, bravissimi nel saper caratterizzare ognuno il proprio personaggio, e avvalendosi di grandi professionisti come Maria Carla Ricotti, scene e costumi, Valerio Tiberi al disegno luci e Donato Pepe alla fonica.

Laplatea.it
di SIMONE MARCARI
La bontà della regia di Marco Iacomelli raggiunge il suo apice nella valorizzazione della drammaturgia stessa, attraverso la creazione di un’atmosfera complessiva che intercetta in modo credibile ed efficace i passaggi emotivi della narrazione.

La Gazzetta di Massa e Carrara
di VINICIA TESCONI
Secondo sold-out al teatro Garibaldi: anche “L’attimo fuggente” con Ettore Bassi sbanca il botteghino carrarese
a versione teatrale messa in scena dalla STM, Scuola di Teatro Musicale di Novara e diretto da Marco Iacomelli che ha acquisito i diritti per l’edizione italiana, non delude: nulla di ciò che tutti quelli che hanno conosciuto e amato il film ricordano, manca. Anche perché il testo è fedelissimo alla sceneggiatura originale, premiata con l’Oscar quando uscì il film, che è stata ridotta proprio dallo stesso autore, Tom Sculman, principale fautore della creazione della versione teatrale de “ L’attimo fuggente”.

Ghigliottina.info
di ANDREA PULCINI
Il regista Marco Iacomelli e l’autore Tom Schulman hanno trovato la giusta chiave di lettura per porre all’attenzione degli spettatori le scene cardine del film. (…) Sono 90 minuti di emozioni, ben ritmate dalla musica che fa da guida ai cambi di scena, dove lo spettatore guarda stupito verso il palcoscenico e l’interazione tra i personaggi è tale che vive in prima persona alcuni sentimenti poste in essere durante la rappresentazione. Confrontarsi con un mito del cinema non è mai facile e questa esibizione teatrale non delude le aspettative, dimostrandosi all’altezza di un film che quando fu proiettato smosse le coscienze di molti, cosa che accade anche a chi, uscendo dal teatro, si porta con sé molte riflessioni.

Corriere di Novara
di ELEONORA GROPPETTI
"L'attimo fuggente" arriva in teatro ed è un successo al Maggiore
Grande prova del cast nella produzione STM allestita a Verbania. (…) Una perfetta immedesimazione con la storia divenuta immortale: Iacomelli fa respirare al pubblico l'atmosfera che impregna l'aula della Welton Academy.